Meningite, in coma ventenne Colto da malore mentre guidava

Profilassi ai parenti. I medici: «È molto grave ma speriamo di salvarlo»

Ancora un caso di meningite in provincia. Un ventenne di Cesano Maderno era al volante della sua auto in compagnia d’amici, quando ha cominciato a sentirsi male. Perso il controllo del mezzo, il giovane ha tamponato l’auto che lo precedeva. Sul luogo dell’incidente sono arrivati i carabinieri, i quali si sono immediatamente resi conto della situazione. Il giovane ragioniere è trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Giussano. I dottori, dai primi accertamenti, pensano ad un’influenza di stagione. Ma impiegano poco per stabilire la vera diagnosi: meningite da meningococco fulminante. Il caso è grave. Gli operatori della struttura sanitaria, decidono per il suo trasferimento nel reparto di terapia intensiva di Desio. È in coma. Le sue condizioni sono gravissime.
Se, i medici avessero sottovalutato la situazione, forse la vicenda si sarebbe trasformata in tragedia. Al momento, in ogni caso, la vita del ventenne è appesa ad un filo. Scatta il piano d’emergenza. La malattia è contagiosa e si trasmette da persona a persona, attraverso le goccioline emesse con la respirazione dal naso e dalla bocca. Si tratta di un virus che azzera le barriere immunitarie. Questo significa che, è necessario sottoporre a profilassi tutte le persone che sono state a contatto con il giovane durante i dieci giorni precedenti l’inizio della malattia. «Le condizioni del ragazzo sono gravi – conferma il direttore dell’Azienda Sanitaria Giuseppe Spata -. In ogni caso, salvo complicazioni contiamo di salvargli la vita.