Meningite, in due giorni 7mila vaccini prenotati

Alberto Giannoni

In due giorni sono state raccolte oltre 7mila prenotazioni per il vaccino contro la meningite. E 2mila prenotazioni sono arrivate da Milano. «Ancora una volta - ha detto - l'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera - Regione Lombardia ha risposto concretamente a un bisogno del cittadino offrendo la possibilità di prenotare ed effettuare il vaccino in co-pagamento, cioè facendosi carico di una parte dei costi». «Accanto a questo - ha rassicurato - ribadiamo però che non siamo assolutamente dinnanzi a una epidemia o emergenza meningite, non vi è dunque la necessità di correre a prenotare il vaccino».

Guardando al numero di prenotazioni divise per Asst, il dato più alto risulta quello dell'Asst del Garda (1.589), seguita dall'Asst Fatebenefratelli Sacco di Milano (1.261), dall'Asst Grande ospedale metropolitano Niguarda (815) e dall'Asst degli Spedali Civili di Brescia (786). E ancora: 585 sono le prenotazioni raccolte dall'Asst della Franciacorta, 445 quelle dell'Asst della Valle Olona, 235 arrivate all'Asst Ovest Milanese, 230 all'Asst di Pavia, 212 all'Asst di Monza, 195 all'Asst di Mantova, 169 all'Asst della Valtellina e dell'Alto Lario, 123 all'Asst Papa Giovanni XXIII, 114 all'Asst di Vimercate, 93 all'Asst della Valcamonica, 79 all'Asst dei Sette Laghi, 69 all'Asst di Bergamo Est e 65 all'Asst di Crema.

Un boom di vaccinazioni - segnale di preoccupazione diffusa ed effetto delle campagne delle autorità sanitarie e delle Regioni - si registra in tutto il Paese. Da gennaio a ottobre 2016, rispetto allo stesso periodo 2015, l'aumento è stato del 77% con punte massime in Toscana. E la Lombardia, secondo i dati di QuintilesIms Italia, società attiva nell'offerta integrata di informazioni e tecnologia per il mondo della salute, registra l'aumento più significativo delle richieste ai farmacisti (+300% circa di dosi acquistate, da 2.011 confezioni vendute a 7.960).

Il Centro diagnostico italiano di Milano, intanto, attiva da lunedì un servizio di consulenza telefonica: per un mese un'infettivologa risponderà al numero 02-48317375 (ore 16-18 il lunedì, martedì, mercoledì e venerdì, ore 14-16 il giovedì).