Meno concertazione Brunetta alla Cgil: tornate a fare il vostro mestiere

Non nasconde una certa soddisfazione, il ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, nel rispondere alla Cgil. Il sindacato guidato da Susanna Camusso aveva impugnato il decreto correttivo e interpretativo della riforma Brunetta, presentato nei giorni scorsi al Senato, per sottolineare che il testo «stabilisce che sull’organizzazione delle singole amministrazioni (orari, modalità di lavoro ecc) e su tutti gli aspetti del rapporto di lavoro non sarà più necessario coinvolgere le organizzazioni dei lavoratori ma basterà solo informarle». «La Cgil si rassegni - ha risposto ieri Brunetta -: datore di lavoro e sindacati torneranno a svolgere ciascuno il proprio ruolo, esattamente come succede in tutto il mondo». Il ministro ha quindi sottolineato che «il decreto correttivo serve a sanare alcune incertezze interpretative insorte nella giurisprudenza circa l’entrata in vigore della norma».