Meno crimini, grazie ai videogame

La notizia è clamorosa e spazza in un colpo il luogo comune secondo il quale i videogame renderebbero i giovani più violenti. Secondo un’indagine pubblicata dal settimanale inglese da The Economist, invece, il boom di vendite dei giochi elettronici procederebbe di pari passi con la diminuzione dei reati commessi soprattutto dei minori. Tesi avvalorata da uno studio curato da Steven Johnson, autore del libro «Everything Bad is Good for You», ovvero «Tutto ciò che è male, per te è un bene».