«Meno insegnanti a Recco: la Regione aiuti le famiglie»

«L'assessore Costa intervenga per sostenere le famiglie di Recco colpite dalla riduzione del personale scolastico»: lo chiede il consigliere regionale di Forza Italia, Matteo Rosso, «dopo la denuncia degli abitanti di Recco e dei comuni limitrofi, Avegno, Camogli e Uscio», ed anche in considerazione delle 2300 firme raccolte in merito alla riduzione per l'anno scolastico 2008-2009 delle risorse finanziarie per personale docente nel Circolo didattico della scuola primaria recchese, da cui, fra l’altro, è derivata la riduzione del numero di classi a tempo pieno. «Giudico pertanto più che doveroso - insiste Rosso - che la Regione intervenga fattivamente per aiutare e fare chiarezza sulla situazione». Intanto i cittadini di Recco, riuniti in comitato, non ritengono garantito il proprio diritto al tempo pieno minacciato dai tagli di organico disposti dalle Istituzioni. «Tale scelta effettuata a carico delle famiglie - aggiunge ancora il consigliere azzurro - inciderebbe negativamente su vari aspetti dell'organizzazione degli orari e dei bilanci famigliari e va nella direzione opposta rispetto a quell'esigenza di welfare e di sostegno alle famiglie che invece dovrebbe essere percorsa da tutte le Istituzioni. Tutte queste motivazioni - conclude Rosso - mi hanno spinto a presentare al presidente della giunta regionale un'interpellanza affinché, attraverso l'assessore competente, Massimiliano Costa, la Regione accolga le istanze dei cittadini e si faccia mediatore presso le autorità scolastiche per aiutare e sostenere concretamente delle esigenze delle famiglie della zona».