Meno pentiti e spese più basse

La giustizia dà i numeri. Le cifre che tracciano il bilancio del primo periodo di applicazione della legge 45 sono state diffuse dal sottosegretario all’Interno Alfredo Mantovano, presidente della commissione per le misure di protezione per testimoni e collaboratori di giustizia. Dal 2001 al 2006, rispetto ai cinque anni precedenti, il numero dei pentiti ammessi dal programma di protezione è rimasto stabile, scendendo da 510 a 501, mentre quello dei testimoni è più che triplicato passando da 24 a 81. Al 3 maggio, la «popolazione protetta» contava in tutto 4.097 unità, 1.055 in meno rispetto al 2001. Calano anche le spese grazie alla «capitalizzazione», una buonuscita utilizzata per il reinserimento nel mondo del lavoro con l’avvio di un’attività. Con questi soldi collaboratori e testi hanno aperto bar e tabaccherie.