Meno vigili davanti alle metropolitane

Tre settimane prima dei falliti attentati nei cieli di Londra il comando dei vigili urbani ha deciso di dimezzare la vigilanza alle stazioni metro. Sono state ridotte del 50 per cento, infatti, le unità impiegate in turno straordinario a luglio rispetto al personale impiegato nel mese precedente. Il tutto a dispetto dei proclami sulla sicurezza. La decisione sarebbe stata motivata con esigenze di bilancio. La mancanza di fondi straordinari, infatti, non avrebbe permesso i turni ulteriori. Identico problema dello scorso autunno quando la decisione di ridurre i controlli alle fermate della metropolitane fu ritirata solo dopo le denunce della stampa. Resta da capire quale sia la scala di priorità del Comune. Se da una parte ha deciso di ridurre gli straordinari per la sicurezza, dall’altra ha speso notevoli fondi per altri straordinari. Sono state, solo per fare qualche esempio, 15mila le ore lavorate in più per la Notte bianca 2005 e 4mila quelle per il concertone del primo maggio.