Mense della capitale elogiate da britannici

Le mense scolastiche di Roma sono oggetto di studio da parte di ricercatori britannici e vengono presentate come un modello da esportare.Il sindaco Walter Veltroni e l’assessore alle Politiche educative e scolastiche Maria Coscia hanno accolto ieri in Campidoglio il professor Kevin Morgan e la dottoressa Roberta Sonnino, due accademici dell’università di Cardiff che stanno lavorando a un progetto di ricerca finanziato dal Consiglio britannico per le ricerche economiche e sociali. Il professor Morgan e la dottoressa Sonnino, autori della pubblicazione School meals in Rome. The quality revolution, visiteranno nei prossimi giorni due scuole romane: gli istituti comprensivi Rio de Janeiro, nel quartiere Portuense, e Malaspina, nel Municipio XI. «Le nostre mense - ha detto l’assessore Coscia - vengono considerate un caso di eccellenza perché il momento del pranzo a scuola rientra nel progetto educativo e perché niente va sprecato: i cibi non consumati vanno al banco alimentare per i bisognosi, mentre i pasti parzialmente consumati vengono destinati agli animali». «La Bbc - ha spiegato il professor Morgan - verrà a riprendere le mense delle scuole di Roma e cercheremo di importare il modello romano».