Mentana: «Il calcio sarà a capotavola»

Un «programma marcatamente giornalistico» che metterà «le partite a capotavola»: spazio dunque a servizi, gol, pagelle, opinionisti. Con una certezza, che «i veri contenuti sarà solo il campo a fornirli». Enrico Mentana parla così di Serie A che condurrà da domenica prossima su Canale 5, senza abdicare, neanche in parte, al suo impegno con Matrix. «Di questo programma si è parlato tantissimo - dice Mentana riferendosi anche alle polemiche di Bonolis - ed è questo un po’ il destino che abbiamo in questa stagione. Voglio fare del mio meglio, con la massima concentrazione, evitando gli effetti-annuncio e sperando che il pubblico si trovi bene». Nella prima parte, in onda fino alle 19,15 circa, i gol, i collegamenti, la moviola affidata a Matteo Dotto e i commenti con un opinionista che cambierà in ogni puntata. Spazio, però, anche a due opinionisti fissi: Aldo Serena e il giornalista della Stampa Roberto Beccantini. Monica Vanali «sarà la nostra inviata ai posticipi», spiega Mentana, facendo anche da trait d'union con l'approfondimento di seconda serata. «Il mio lavoro non cambia: dallo studio mi sposto all'esterno, faccio l'inviata come ho sempre fatto per Controcampo», dice. La Gialappa’s, invece, «avrà un suo spazio» nella parte finale del programma.