Mentana debutta in Serie A Vanali: «Diversi da Bonolis»

La giornalista: «Io torno a fare l’inviata»

da Milano

«Serie A è una bellissima trasmissione che avrà un taglio giornalistico eccezionale. Mentana è il numero uno. Io torno a fare l'inviata. Cosa si può pretendere di più?». Monica Vanali alla vigilia della Serie A targata Mentana, che esordisce oggi nel pomeriggio di Canale 5, affronta con entusiasmo il nuovo corso della domenica calcistica dell'ammiraglia Mediaset, dopo Bonolis. «Prima ero in studio - spiega la Vanali - ma non avevo un ruolo chiaro, anche per il taglio della trasmissione che aveva un'anima legata allo spettacolo. Mentre adesso torno a fare l'inviata e sarò in collegamento dallo stadio in cui si gioca il posticipo su cui darò notizie e aggiornamenti e cercherò di fare sempre un'intervista a un personaggio importante della partita. Viene così valorizzato l'aspetto giornalistico. Mi collegherò anche con Sandro Piccinini a Controcampo».
La decisone, sottolinea la Vanali, «è stata presa insieme a Mentana che saprà trasferire agli italiani tutto quello che vogliono sapere sulle partite. Sarà un programma diverso da quello di Bonolis» e poi precisa: «Io ho sempre fatto l'inviata, è il lavoro per cui sono nata, ma mi piace anche stare in studio. Il giornalista deve essere un professionista completo, saper coprire tutti i ruoli». E nella Serie A dell'ex direttore del Tg5, dove le partite saranno messe a «capotavola», lo studio non sarà più riempito da due tifoserie contrapposte ma da un pubblico di tipo tradizionale.