Le menzogne del centrosinistra sul rilancio delle imprese

La pubblicazione dei dati non confortanti sull’andamento dell’economia italiana fornisce l’opportunità ai vari leader dell’opposizione di lanciare, con la consueta disinvoltura e spregiudicatezza, ogni genere di accuse al governo Berlusconi.
È una squallida propaganda con la quale, purtroppo, dovremo convivere per circa un anno.
L’ultima è quella di non aver fatto nulla per favorire la competitività delle imprese: un’accusa veramente cinica e sconcertante da parte di chi non ha mostrato mai simpatia verso la classe imprenditoriale, ma tutt’altro!
Un improvviso scatto di sensibilità verso i problemi di una categoria, problemi che avrebbero dovuto essere affrontati in tempo debito, prima di entrare nell’euro. E invece fu mandata allo sbaraglio, non prima di averle dato il colpo di grazia con l’istituzione dell’Irap.