Meocci: «Fiorello torna in tv»

Il direttore generale della Rai a VivaRadio2: «Il gossip sta drogando il pubblico»

da Roma

La Rai «va bene, c'è libertà». La satira? A volte è lenta e a volte è rock. E ancora: il servizio pubblico non ricomprerà i diritti del calcio. Sono alcune delle dichiarazioni fatte ieri dal direttore generale della Rai, Alfredo Meocci, ospite di Fiorello nella prima puntata della nuova edizione di «Viva Radiodue». Dunque il nuovo direttore generale mantiene un profilo più pubblico e scanzonato, molto diversamente da quanto fece il suo precedessore Flavio Cattaneo.
Però l’atteggiamento non gli ha impedito di dare giudizi e valutazioni tranchant: «Credo che stiamo drogrando il pubblico con il gossip. Perchè?», gli ha chiesto Fiorello. «Evidentemente non riusciamo a far pensare la gente. Non riusciamo ad interessarli alle tematiche serie. Non a caso anche i dibattiti politici e culturali passano attraverso lo spettacolo. In tal senso serve assolutamente una riflessione».
Sempre durante lo show Vivaradiodue, che era ieri al debutto stagionale, Meocci ha auspicato di riportare presto in Rai Mike Bongiorno e di convincere lo stesso Fiorello a proporre un nuovo show sulla Rai. Sabato scorso il dg Rai era intervenuto al telefono in diretta nel corso della trasmissione di Raitre Che tempo che fa condotta da Fabio Fazio e aveva detto: «Ti rinnovo la richiesta fatta qualche settimana fa di tornare a Viale Mazzini, e te lo dico di fronte a molte persone...Chi ha una testa come te deve poter stare in tv e alla Rai».
Bongiorno aveva chiesto se la telefonata fosse vera e Fazio gli aveva confermato che in linea c'era proprio il direttore generale. «Guarda cosa mi doveva capitare - aveva commentato Bongiorno - dovrò chiedere il permesso a Berlusconi». Meocci non sa ancora se quel permesso sia arrivato, ma si è detto ottimista, o meglio «un idealista senza illusioni».
Anche a proposito di Fiorello, con cui ha duettato a parole e a colpi di musica a VivaRadiodue, il dg è fiducioso. «Non so più che cosa devo fare. Dovrei anche incontrare a breve gli inserzionisti. Spero - ha concluso - che Fiorello si decida in fretta».