Meocci: nuove sedi all’estero

da Roma

La Rai sta studiando l'apertura di due nuovi uffici di corrispondenza, uno in India, dove l'azienda non è mai stata presente, l'altro in Africa, da affiancare a quello del Cairo. Lo ha annunciato ieri il direttore generale Alfredo Meocci, che ha anche sottolineato l'invito a direttori di reti e testate, a garantire maggior approfondimento sulle realtà del Terzo Mondo. Il Direttore è convinto che «sul piano dell'informazione debba essere stimolata una maggiore conoscenza degli avvenimenti che avvengono in queste aree del pianeta, sia per quanto riguarda l'apertura di nuovi mercati economici, sia per il contributo allo sviluppo che, come occidentali, possiamo e dobbiamo dare a chi è meno fortunato di noi».
Meocci ieri ha presentato la giornata della pace ispirata ai valori di fratellanza predicati da San Francesco D’Assisi e di cui si parlerà in vari programmi oggi in Rai (da Unomattina a Cominciamo bene al satellite al digitale terrestre). E ha allargato il discorso al ruolo che la Rai dovrebbe avere nei progetti di solidarietà. «Quest'estate - ha detto il direttore - i tg delle tv generaliste hanno dedicato diciannove minuti alla carestia in Niger e undici ore, 35 minuti e 30 secondi al gossip sui vip. L' attenzione che l'informazione televisiva ha dato a una delle più gravi crisi dimenticate del pianeta è stata pari allo 0,07% di tutto il materiale giornalistico (435 ore, 51 minuti e 30 secondi) mandato in onda nei due mesi estivi. La Rai ha deciso di porre rimedio a questo squilibrio informativo facendo qualcosa di concreto, affiancandosi cioè all'iniziativa della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Dipartimento della Protezione Civile denominata Ponte Italia». Un ponte che a sorgerà in Sudan e sarà inaugurato la domenica delle Palme: attraverserà il fiume Payee, in una località situata a 14 km dalla città di Yir, ed è di vitale importanza perché rende percorribile un importante asse di comunicazione tra il Nilo Bianco e la città di Rumbek e assicura la continuità del servizio sanitario e scolastico. «Ogni settimana - ha aggiunto Meocci - apriremo una finestra all'interno di Domenica In, nella parte condotta da Pippo Baudo per informare, passo dopo passo, sullo stato di avanzamento dei lavori di realizzazione di un ospedale, di una scuola, di una serie di iniziative di microeconomia e di Ponte Italia».