Meocci: la Rai nel 2006 è leader degli ascolti

Ennesima guerra di ascolti televisivi: le aziende dicono che bisogna abbassare i toni, ma poi riempiono i giornali di comunicati. Ieri il direttore generale della Rai Alfredo Meocci ha comunicato al consiglio di amministrazione della Rai i dati di ascolto nei primi tre mesi del 2006 sostenendo che, dal primo gennaio al primo aprile, la Rai è leader negli ascolti e prevale su Mediaset nell'intera giornata e nel prime time. Immediata la replica di Mediaset. Partiamo da Meocci. «Raiuno - ha detto - supera Canale 5 e le tre reti Rai, nel complesso, hanno ottenuto un risultato migliore rispetto allo stesso periodo del 2005. Nell'intera giornata la Rai ha ottenuto il 44,18% e nel prime time il 44,9%. Raiuno nell'intera giornata ha registrato il 23,96 e nel prime time il 24,49. In particolare, nell'ultima settimana (26 marzo-1 aprile) la Rai ha ottenuto nel prime time il 44,94, e nello specifico, il Tg1 delle 20 ha superato il Tg5 del 2,52% (31,28% contro il 28,76%); Affari tuoi ha superato Striscia dello 0,68% (27,73% contro il 27,05%); L'Eredità ha sopravanzato Chi vuol essere milionario di 1,78% (27,57% contro il 25,79%)».
Mediaset - in una nota - nota alcune anomalie sulle dichiarazioni di Meocci. «Libera la Rai - si legge - di fare conteggi chirurgici e di comunicare i dati dei tre mesi aggiungendo quelli dell'ultima settimana riportati solo parzialmente. Ma almeno si eviti di citare trasmissioni Mediaset, sostenendo tesi spericolate quali la sconfitta di Striscia la notizia. I dati d'ascolto non sono una guerra e noi vogliamo uscire da questa inutile e stupida polemica. Altrimenti potremmo parlare del sabato sera e della costante superiorità della Corrida, del confronto Zelig-Raccomandati o Music farm-Distraction, fino ad arrivare al successo di Striscia che nei primi tre mesi 2006 ha ottenuto una media del 30 contro il 27 di Affari Tuoi. Ricordiamo solo che nei primi tre mesi del 2006, nel totale pubblico, su 91 prime serate Canale 5 è stata prima rete 53 volte contro le 38 volte di Rai 1. Da tv commerciale che vive solo di pubblicità guardiamo al target 15-64 anni dove siamo leader in tutte le fasce. Due soli dati: dal primo gennaio al primo aprile nelle 24 ore Mediaset ha registrato il 43.8% (Rai 40.1%) e Canale 5 il 25% (Rai1 20.5%)».