Mercati e giochi per bambini: la gente si riprende la Centrale

Riportare le famiglie in piazza a godersi la città? L’amministrazione comunale ci aveva provato nel maggio scorso in stazione Centrale - zona di degrado profondo soprattutto dopo lo stupro a un 13enne italiano minorato psichico da parte di un immigrato nordafricano - promettendo una serie di mercatini domenicali di fiori e piante in piazza Duca d’Aosta, una sorta di vivaio a due passi dai binari. Sorrisi e pose per i fotografi poi tutto era finito lì. Adesso i mercatini e le bancarelle domenicali tornano a partire da stamani e seguiranno un programma preciso, con scadenza (per il momento) sabato 8 e domenica 9 novembre con «La Fabbrica del Cioccolato», un titolo che ha tutto per farsi amare particolarmente dai bambini. Parola del vicesindaco e assessore comunale alla Sicurezza Riccardo De Corato.
«Saranno dieci domeniche successive, durante le quali si svolgeranno alcune iniziative di aggregazione per rivitalizzare l’area, sottrarre spazio al commercio abusivo e riportare le famiglie in piazza», spiega il vicesindaco.
Il primo appuntamento, quello di oggi, inizia con la manifestazione «Piazza in Gioco». Dalle ore 8 alle ore 20, in piazza Duca d’Aosta, saranno presenti antiquari, pittori e banchi di fiori e dalle ore 10 alle ore 17 sono invece in programma attività ludico-educative dedicate ai piccini.
«La sicurezza e la riqualificazione dell’area della Centrale - aggiunge l’assessore di Palazzo Marino a Sport, Giovani e Attività produttive Giovanni Terzi - passa anche attraverso eventi pensati per la città».
Intanto sempre De Corato e Terzi fanno sapere che sono cominciati i lavori per l’installazione di nuove telecamere in Centrale. Entro settimana prossima il sistema di videosorveglianza nella stazione metropolitana verrà implementato con il posizionamento di altri 9 impianti centralizzati (di cui 4 «urla e sparo») che saranno disponibili a poliziotti, carabinieri e vigili urbani. Le telecamere saranno installate da Atm nei corridoi al di sotto di piazza Duca d’Aosta e si andranno ad aggiungere alle 18 già presenti.
«Per una maggiore sicurezza dell’area - spiega De Corato - e un più efficace controllo del territorio, il Comune prosegue il piano di potenziamento del sistema di videosorveglianza della Centrale con l’installazione di nuove telecamere in punti critici. Le 9 telecamere di Atm, infatti, si andranno a sommare alle 73 (di cui 7 «urla e sparo») già attive in superficie. E così, grazie anche al progetto Grandi Stazioni - continua De Corato - entro la fine dell’anno la Centrale sarà dotata di altre 550 telecamere, e dunque potrà avvalersi di altri strumenti di deterrenza contro la delinquenza».