Mercati rionali, apertura per 3 giorni a settimana

Lo ha stabilito il consiglio comunale per facilitare i nuovi ritmi di lavoro

Mercati rionali, saltuari, rotazioni e bancarelle, si cambia: si potrà fare la spesa fino alle 19. Lo ha stabilito ieri il Consiglio comunale che ha votato la delibera delle nuove norme contenute nel regolamento delle attività commerciali sulle aree pubbliche. Inoltre, stabilisce la delibera, i mercati rionali non potranno sostare nei pressi delle stazioni delle metropolitane e delle ferrovie.
Dunque per tre giorni a settimana, martedì, giovedì e sabato per il periodo invernale, martedì, giovedì e venerdì per il periodo estivo, venendo incontro ai nuovi ritmi di lavoro, i mercati rionali potranno essere aperti fino alle ore 19, per ora in fase sperimentale. Si tratta di una misura molto attesa nata anche per contrastare la concorrenza della media e grande distribuzione e in sintonia con i nuovi orari stabiliti per il Centro Agroalimentare di Roma.
Nei 33 articoli del regolamento si parla anche di decoro urbano e rispetto delle norme di sicurezza: si parla, ad esempio, delle dimensioni e caratteristiche dei banchi e delle strutture di vendita. Gli ombrelloni posti a protezione della merce esposta dovranno essere tutti di colore bianco o juta e non dovranno superare la superficie del banco di vendita. Per i banchi di vendita delle rotazioni, si dovrà assicurare il transito pedonale di uno spazio non inferiore ai 2 metri. Per quanto riguarda le rotazioni non ne saranno più concesse di nuove mentre i posteggi stagionali potranno operare esclusivamente dal 1 maggio al 30 ottobre per i prodotti estivi e dal 1 ottobre al 31 marzo per quelli invernali.
Riguardo alle bancarelle, l’attività è vietata per motivi di sicurezza, di tutela storica, archeologica ed artistica, nei pressi delle sedi istituzionali e, comunque, nel territorio dei municipi I, II, III e XVII.
Al via anche il divieto di ogni attività di commercio svolta in forma itinerante nelle stazioni delle metropolitane e delle ferrovie, fino ad una distanza di 200 metri dalle stesse.
«La delibera - spiega l'assessore al commercio Franco Cioffarelli - prevede una regolamentazione del commercio nelle aree pubbliche, per le occupazioni del suolo pubblico, per i mercati rionali della città. Prima di questa delibera tutto era regolamentato da norme frammentarie che ora si mettono a sistema e si raccolgono con chiarezza e si definiscono in maniera puntuale».