Mercato fragile Prudenza nell’azionario

Movimento settimanale laterale con massimi decrescenti e minimi crescenti. L’andamento di Borsa dal punto di vista dell’analisi tecnica rimane complessivamente fragile, tra bassi volumi e sistemazione dei portafogli, in vista delle festività natalizie. A contribuire alla debolezza è stata anche la scadenza tecnica di venerdì. D’ora in poi il contratto derivato dell’indice S&P/Mib, negoziabile, sarà quello con scadenza marzo 2008 che ha chiuso a quota 38565 (in leggero recupero dal minimo 38270). Una discesa al di sotto di quota 37600 sarà un segnale negativo per la dinamica futura del mercato che andrà attentamente monitorato. In un contesto mondiale incerto composto da rallentamento economico, fiducia in calo e inflazione che rialza la testa, il mercato non potrà salire facilmente nel breve periodo. Una nota positiva è arrivata dal dato Usa relativo alla spesa personale in progresso del 1,1% contro lo 0,7 % della previsione. In Europa il clima di fiducia delle imprese si è mantenuto stabile in Francia (pari a 110 punti) mentre quello relativo alle imprese italiane è risultato in calo (pari a 91,8 punti), al minimo degli ultimi due anni.