Il mercato della Samp balla sulle punte e sull’enigma Pazzini

Mentre Gigi Del Neri ieri ha svolto l'ultimo allenamento del 2009 in vista del match di mercoledì con il Palermo, la società continua a lavorare sul mercato. In realtà l'operazione più importante resta quella in uscita e potrebbe essere l'addio di Giampaolo Pazzini, direzione Inghilterra. Secondo i tabloid infatti l'arrivo dell'attaccante blucerchiato è possibile, se non addirittura a probabile. È lo stesso Pazzini però a frenare le voci che parlano di un suo addio sempre più vicino: «Ho sentito queste indiscrezioni, ma non so nulla, sono voci che fanno piacere ma alla Sampdoria sto benissimo e quindi credo che non mi muoverò da Genova».
L'ipotesi di un addio in realtà c'è, ma soltanto a giugno. Del resto l'amministratore delegato Beppe Marotta nei giorni scorsi era stato piuttosto chiaro: «Palombo è il giocatore simbolo di questa squadra, il prossimo anno ci aspettiamo molto da Cassano ma è probabile che come ogni stagione la società debba essere costretta a privarsi di un giocatore importante. Era già successo con Maggio e Quagliarella». Dalla lista di Marotta quindi è rimasto solo Pazzini anche se l’ad ha glissato: «Vedremo».
La soluzione che salva tutti c'è: la Sampdoria vorrebbe cedere il numero 10 per una cifra che si aggira intorno ai 20 milioni di euro e se dovesse arrivare un'offerta che soddisfa il presidente Riccardo Garrone, Pazzini potrebbe essere ceduto nel mercato di gennaio ma rimanere in blucerchiato fino a giugno. Solo in estate l'attaccante potrebbe avere il via libera per aggregarsi alla squadra di Ancelotti.
Del resto il bomber non parla da giocatore in partenza: «Dopo un grande inizio abbiamo avuto un calo. Dobbiamo tornare a giocare come sappiamo fare, a vincere e a fare divertire. Questo è l'obiettivo a breve termine, a cominciare dalla prossima gara con il Palermo». L'attaccante non pensa al Mondiale, ma è chiaro che dopo una flessione per lui sarà indispensabile tornare a fare gol: «Credo che sia difficile vestire la maglia azzurra in Sudafrica, c'è molta concorrenza ma spero di far bene. Se dovessi partecipare sarebbe un sogno». Per quanto riguarda il mercato in entrata Marotta ha smentito l'interesse per Guberti: «Non è un nostro obiettivo e da noi sicuramente non verrà. La Samp su Manfredini? No, assolutamente, Manfredini non c'interessa, rimane dov'è e noi siamo a posto così. Anche Tissone non si muoverà da Genova».
Intanto pochi giorni fa si è chiusa la raccolta fondi organizzata dai gruppi di tifosi della Gradinata Sud in favore dell'Abruzzo. La cifra raccolta dai tifosi blucerchiati ammonta 7.230 euro. Una delegazione di supporters doriani si è recata in Abruzzo domenica scorsa per distribuire il ricavato agli enti impegnati nella realizzazione di nuove strutture nelle zone più colpite dal terremoto.