Il mercato si serve all’ora di cena

Quando il mercato viene servito all'ora di cena. È successo ieri in un ristorante genovese dove si sono ritrovati il vicepresidente Gian Battista Pastorello e l'allenatore rossoblù Gian Piero Gasperini. Un appuntamento organizzato per fare il punto della situazione a due settimane dall'inizio della preparazione fissata per sabato 15 luglio quando la squadra si ritroverà in direzione Neustift.
Sul tavolo tra le portate una molto calda legata alla difesa. Inutile nascondersi, lì servono rinforzi pur con il dubbio di Criscito che la Juventus potrebbe lasciare al Genoa ancora un anno nel caso in cui acquistasse un centrale forte come Gabriel Milito. Da qualche giorno è sbarcato in Europa con il suo procuratore Sergio Fortunato il difensore argentino Jonathan Pablo Bottinelli. L'accordo con il giocatore, capitano della squadra del campionato argentino, sembra già essere cosa fatta mentre manca ancora l'incontro decisivo con il proprietario del cartellino, il presidente del San Lorenzo Rafael Savino, che starebbe trattando anche la cessione di Lavezzi con Napoli e Werder Brema. Oggi in questo senso potrebbe esserci un incontro a Milano.
Definito, ma manca ancora senza ufficializzazione, l'acquisto dal Piacenza dell'argentino Hugo Armando Campagnaro per il quale è stata vinta la concorrenza del Torino. Nei prossimi giorni dovrebbe essere depositato il contratto pluriennale dell'argentino che l'anno scorso con la maglia del Piacenza è risultato uno dei migliori centrali del campionato di serie B. In cambio in Emilia dovrebbe andare in comproprietà Nicola Barasso che ha lasciato Taranto tra i rimpianti dei pugliesi. A centrocampo resta la corte a Blasi mentre come vice di Marco Rossi è spuntato il nome di Davide Marchini. Cresciuto nella Spal, Marchini si è affermato nella Triestina e da gennaio è passato al Cagliari realizzando tre gol in serie A. E il percorso opposto potrebbe seguire 'Lupo' Greco corteggiato dalla squadra del presidente Cellino come rincalzo nel nuovo attacco sardo. Sul fronte dei giovani mentre Forestieri dovrebbe rimanere in rosa, è arrivato l'acquisto di un giovane e promettente portiere. Si tratta di Mirko Lamantia. Diciasette anni originario di Biella, Lamantia arriva dal Novara dove conta tre presenze nell'ultimo campionato di serie C1. Dopo un provino con il Tottenham è arrivata la chiamata del Genoa che il ragazzo ha accolto con entusiasmo. Il giovane portiere andrà a sostituire tra i pali della Primavera di Chiappino Russo che verrà ceduto in prestito.
Ma il futuro è anche marketing e comunicazione. Se n'è parlato ieri sulla Msc Opera Sinfonia dove si sono ritrovate le aziende che nella passata stagione hanno investito nel Genoa come volano comunicazionale nell'ambito della quarta edizione del Workoshop rossoblù. I lavori si sono incentrati sull'effetto moltiplicatore rappresentato dalla serie A e sul piano di comunicazione rappresentato da Genoa Image, oggi anche marchio di abbigliamento del club rossoblu. Insomma l'entusiasmo nell'ambiente resta alto e il numero di abbonati ha superato ieri le seimila unità.