Mercato Trionfale, il giorno della festa Inaugurata ieri dopo anni di lavoro e polemiche la nuova struttura in via Andrea Doria Alemanno: «Ringrazio i cittadini per la pazienza. E da qui riparte la vita di questo quartiere»

Gran festa ieri mattina in via Andrea Doria per l’inaugurazione del mercato Trionfale in un’area di 8880 metri quadrati. La struttura, tra le più grandi d’Europa, accoglie 274 operatori che possono contare su banchi estesi tra i 14 e i 18 metri quadri. I 4500 metri quadrati della piazza interna diventeranno un piacevole punto di incontro della zona e per la raccolta rifiuti è stata prevista un’ampia isola ecologica a scomparsa. I lavori hanno interessato anche la gestione dell’illuminazione, con la realizzazione di oltre tremila metri quadrati di vetrate e un sistema di estrazione e immissione forzata dell’aria e di condizionamento destinato soprattutto ai banchi del pesce. Il nuovo mercato Trionfale è accessibile facilmente grazie a due scale mobili, agli ascensori e agli ampi parcheggi dislocati su tre piani interrati con 420 box e 320 posti auto.
L’entusiasmo degli abitanti del quartiere per un’opera lungamente attesa e per le quali non sono mancate le polemiche si è fatto sentire a gran voce durante la cerimonia alla quale hanno partecipato il ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola, il sindaco Gianni Alemanno, l’assessore capitolino alle Attività produttive Davide Bordoni, il presidente del XVII municipio Antonella De Giusti e la madrina dell’evento Manuela Arcuri. «È un evento di carattere nazionale di cui siamo orgogliosi - ha detto Alemanno -. Voglio ringraziare soprattutto i cittadini per la tenacia con la quale hanno atteso questo centro. Da qui riparte la vita del quartiere, facciamone un punto di incontro per essere proiettati verso il futuro».
Oltre al mercato i lavori di riqualificazione e messa in sicurezza hanno interessato tutta l’area, in particolare la piazza antistante la struttura che disporrà di un impianto di videosorveglianza attivo 24 ore su 24, di un sistema di controllo degli accessi e di un presidio durante le ore di apertura. «Ogni inaugurazione è un momento di festa, in modo particolare questo che conclude un lavoro di cinque anni - sottolinea il ministro Scajola -. Il mercato per antonomasia rappresenta un luogo di incontro e di valorizzazione dei prodotti locali, un’occasione per avere maggiore qualità e un contenimento dei prezzi». Alemanno punta l’attenzione anche sui prossimi progetti nel quartiere: un asilo nido di 750 metri quadrati, uno spazio di 1600 metri quadrati dedicato a funzioni pubbliche e la realizzazione di uno sportello bancario o ufficio postale a livello della piazza.
«Sono soddisfatto di quest’opera fondamentale sia per la capitale che per il quartiere Prati - ha detto - che ritrova un mercato storico della città completamente trasformato in un modello di struttura polifunzionale fra i più importanti a livello europeo. Abbiamo messo in sicurezza tutta l’area portando a termine un lavoro che da troppi anni non trovava una soluzione, oggi ne traggono beneficio sia il traffico che i residenti che ritrovano condizioni igienico sanitarie. Restituiamo il quartiere alla vivibilità». Infine l’assessore evidenzia la necessità di dare sempre maggior rilievo ai mercati rionali, «risorsa importante per la crescita economica e commerciale della nostra città». L’esibizione della banda musicale della Polizia Municipale del Comune e l’animazione di acrobati, danzatori e trampolieri hanno fatto da cornice all’evento.