Mercedes-Benz e le «Primarie della sostenibilità» nelle piazze italiane

MilanoLa campagna a salvaguardia del patrimonio ambientale lanciata da Mercedes-Benz ha ricalcato simpaticamente il filone politico e, come dovrebbe accadere sempre in ogni votazione che si rispetti, a vincere sono stati il cittadino comune e il suo pensiero. Con 2.581 voti a favore è «Green Drive: Viaggiare Sostenibili», tra i sei in lizza, il progetto principe delle originali Primarie della sostenibilità. Accompagnate dallo slogan «Vota il futuro. Scegli l’ambiente», hanno unito per dodici giorni la rete, con un sito web dedicato dove poter indicare la propria preferenza, a piazze reali, come Bologna, con il Motor Show, Milano, Roma e Palermo, attraverso i gazebo allestiti nel corso di un intero fine settimana. Si può far molto per contenere le emissioni inquinanti e la responsabilità non ricade solo sulle spalle delle case costruttrici di mezzi di trasporto a motore.
Lo sa bene Stefano Corti, direttore ecopartners di LifeGate. Corti è l’ideatore del progetto più votato di queste Primarie, che sarà concretizzato già nel 2009. Punta a integrare i tradizionali corsi di guida sicura con pratiche che ottimizzino consumo di carburante (e quindi il tasso di inquinamento disperso nell’aria) e velocità. I momenti teorico-pratici saranno pensati per qualsiasi categoria di autoveicolo e verranno affiancati da una versione ludica su Internet. Complessivamente sono 10.249 i «consum-attori» (dizione utilizzata in casa Mercedes) che hanno fatto sentire la loro voce, oltre 5mila dei quali ha scelto Internet, con una buona rappresentanza su uno strumento di grande attualità: Facebook (117 i membri del gruppo tematico). Dai tre capoluoghi sono arrivati oltre 2mila voti. Si è distinta la piazza milanese, dove a trionfare è stato il secondo progetto più indicato in assoluto (1.948 voti), «SosteniBimbi: partire dai più piccoli per preparare il futuro», presentato da Giulia Galluccio, del Centro euromediterraneo per i cambiamenti climatici. Molto apprezzato, e terzo classificato, «Mobilità sostenibile d’impresa: le Pmi scelgono l’ambiente» (1.781 voti), dell’assessore alla Mobilità del Comune di Milano, Edoardo Croci, il «papà» dell’Ecopass, tanto per intenderci.
I sei progetti proposti sono stati scremati da una rosa iniziale di 40. Tutti suggerimenti arrivati da oltre cinquanta interlocutori-chiave di Mercedes-Benz.