Con Mercedes myComand ecco le nuove frontiere del web

nostro inviato a Los Angeles

L’appuntamento è a pochi minuti di bus dal Sunset Boulevard di West Hollywood, allo Smashbox Studios Stages 5. Al centro del set si trova una Mercedes-Benz Fascination, concept che nei prossimi mesi si trasformerà nella nuova Classe E. Ma non è, come ci sarebbe da aspettarsi, questa automobile (la sua linea stacca completamente da quelle attuali) al centro dell’attenzione. Bisogna sedersi alla guida e guardare il cruscotto per capire che il tema della giornata è il futuro dei sistemi di infotainment. A spiegare come funziona myComand e perché questo sistema è considerato rivoluzionario è Ralf Herrtwich, direttore infotainment e capo delle ricerca avanzata in questo campo in Daimler e Mercedes-Benz. In poche parole il «papà» di myComand. Il ruolo del suo team è quello di concepire e sviluppare i futuri sistemi di infotainment, multimedia, comunicazione e navigazione satellitare delle prossime generazioni di vetture con la stella. Gli ingegneri della sua squadra, situati a Stoccarda, in Germania, e Palo Alto, in California, lavorano sugli ultimi ritrovati dell’elettronica di consumo e della tecnologia Internet e studiano le possibili applicazioni nelle vetture di Mercedes-Benz. Il sistema myComand che verrà gradualmente introdotto a partire dal 2012 e sarà di serie solo su alcuni modelli della gamma tedesca, mette a disposizione dell’utente un’incredibile quantità di funzioni. Alla base del funzionamento ottimale c’è però la disponibilità di Internet via radio. Gli esperti tedeschi, in proposito, sono certi che tra qualche anno ciò sarà possibile quasi ovunque con una larghezza di banda decisamente superiore a quella attuale. «A questo punto - ha detto Herrtwich - si apriranno nuove stimolanti possibilità di applicazione per i sistemi telematici e infotainment destinati alle automobili. Noi siamo già in grado di mostrare quali saranno le funzioni a cui avranno accesso in futuro gli automobilisti». Il sistema myComand si aggiorna automaticamente via radio a ogni accensione del motore e assicura così il costante caricamento del software.
Anche tutti i dati e le informazioni richiamati singolarmente corrispondono sempre all’ultimissimo livello di aggiornamento e sono sempre a disposizione dei passeggeri della vettura, senza la necessità di eseguire complicate procedure. In rapporto agli attuali terminali mobili, ma anche rispetto alle applicazioni fisse oggi disponibili, con myComand il collegamento a Internet non è soltanto molto più veloce, ma anche più intuitivo e quindi più integrato.
I servizi proposti: navigazione sempre aggiornata e dettagliata, informazioni di ogni genere, libreria musicale e ascolto della radio preferita ovunque ci si trovi, trasmissione dati e, ovviamente, tutto quello che il web offre.