Mercedes, dopo Smart ora arriva Classe B elettrica

Da guidare in città e non solo. A 60 euro al giorno, autonomia di 230 km

Valerio BoniSe l'auto elettrica è indicata come la soluzione del futuro per la mobilità, ma i costi sono ancora troppo sostenuti per l'utente medio, il noleggio rappresenta l'opportunità più abbordabile. Questo è il concetto che ha spinto Mercedes-Benz a raddoppiare la collaborazione già avviata da due anni con Edilfar Rent, l'azienda specializzata in noleggio partita con un parco di 60 Smart Electric Drive su Milano e Roma, che hanno già percorso oltre 600.000 km. Oggi l'offerta si allarga, con l'inserimento delle nuove classe B Electric Drive, che assicurano abitabilità, prestazioni e soprattutto autonomia che vanno ben oltre quelle strettamente a misura di città delle Smart.Attualmente Mercedes-Benz ha in listino tre modelli elettrici e 11 vetture ibride alle quali. A queste, entro il 2017, si aggiungeranno altre 10 vetture Plug-In Hybrid, tra questa le E e le Glc, adatte all'uso urbano, come alle percorrenze extraurbane.Il noleggio a breve termine rappresenta l'occasione più abbordabile per provare l'esperienza di guida di un'auto da 180 cv che non emette alcuna emissione nociva e nessun rumore, ed è in grado di percorrere fino a 230 km con una ricarica. Con 60 euro al giorno (per le Smart si spende la metà) si aprono le porte della Ztl della capitale e dell'Area C milanese, ma anche la possibilità di parcheggiare liberamente e gratuitamente nelle aree delimitate da strisce blu.La formula scelta è diversa rispetto a quella delle classiche società di noleggio a breve termine, poiché ritiro e riconsegna delle vetture si effettuano nei tre centri Mercedes di Milano e negli otto romani, ai quali si aggiunge il punto Edilfar in zona Parioli. Le auto sono consegnate con le batterie cariche e con le tessere Enel a Roma e A2A a Milano, che permettono di effettuare un numero illimitato di ricariche. Non c'è limite di chilometraggio e, a differenza di quanto avviene per le auto classiche, non è necessario provvedere a effettuare il rifornimento prima della riconsegna. Il kit in dotazione comprende tra l'altro due cavi: quello da utilizzare per le centraline pubbliche o per le wallbox, che assicurano una ricarica in circa tre ore, e quello più classico, da collegare alla rete domestica, dove la stessa operazione richiede un tempo di circa nove ore. L'obiettivo è quello di rendere possibile una mobilità più ampia, non limitata ai soli spostamenti all'interno del centro storico delle città, ma di rendere possibile spostamenti extraurbani importanti, anche a pieno carico e sempre a emissioni zero.L'impegno nella ricerca della trazione elettrica di Mercedes-Benz non si limita tuttavia al trasporto delle persone, e il positivo collaudo della prima serie di light truck elettrici prodotti lo conferma. Sono i prototipi dei Canter E-Cell, che la controllata Fuso ha sviluppato sulla base dei camion convenzionali (anche ibridi) già in listino. Per l'occasione sono stati dotati di motori da 150 cv, con batterie in grado di garantire un'autonomia di 100 km. Un progetto destinato a rivoluzionare il settore, anche rendendo possibile circolazione e consegne nei giorni festivi.