Il mercoledì nero dell’oro

Una seduta nera per l'oro che ha visto i prezzi crollare di 13 dollari finendo sotto quota 500. Il metallo giallo ha segnato il fixing a 489 dollari l'oncia, il livello minimo dei 30 giorni. Le quotazioni hanno subìto la pressione delle prese di beneficio dei fondi, tipiche di fine anno. Petrolio stabile in area 58 dollari mentre le scorte di greggio Usa sono salite di 1,3 milioni di barili. Su base annuale le giacenze di petrolio sono salite del 12,4%. Sempre forte il rame oltre quota 4.400 dollari per tonnellata.