Merita un premio la commovente storia del regista e della ex tata

È stata adottata fin da piccola Ah Tao (la bravissima Deanie Ip) e, dopo che il padre adottivo muore, la madre la manda precocemente a lavorare. Ora la vediamo già ultrasettantenne, piccolina e un po’ incurvata, ma con uno sguardo che un ictus non riesce a smorzare. C'è solo il regista alle prime armi Roger (la star del cinema orientale Andy Lau), ultimo rimasto a Hong Kong della famiglia Leung, che può prendersi cura di lei. Non resta che assecondare la decisa richiesta di Ah Tao di essere ricoverata in un ospizio per anziani. Dove, ben presto la vecchia «amah» troverà una «famiglia» diversa ma originale. Nella quale spicca un ancora esuberante signore che non si fa troppi problemi a chiedere in prestito denaro. Intanto, Roger continua a farle visita, premuroso. Da lei ha imparato il rispetto per gli altri, una certa umiltà, l’amore per la buona cucina di cui hanno goduto anche i suoi amici che se ne ricordano con nostalgia.
E quando lui ha avuto dei problemi di cuore, lei è stata solerte ad assisterlo. Adesso, le parti si scambiano: «Siamo fortunati a non ammalarci contemporaneamente», osserva Roger. Pian piano l’ex governante recupera le sue funzioni e insieme al «figlioccio» può fare qualche passeggiata o tornare a casa per aprire un vecchio baule dove sono conservate vecchie foto, una camicia che lei gli metteva quand’era bambino. Oppure, Roger può portarla persino alla prima del suo film, anche se lei rischia di assopirsi. La madre di Roger, in visita dalla California, anche lei riconoscente all’anziana serva, suggerisce al figlio di regalarle un appartamento. Ma ora le condizioni di salute di Ah Tao si complicano e bisogna prendere una decisione delicata.
Girato con taglio documentaristico, senza cedimenti buonisti o sociologismi fuori luogo ma con tocco sensibile, Tao Jie (A simple life) della cinese Ann Hui, è ispirato a vicende e persone reali. Una commovente storia sulla gratitudine e la tenerezza tra persone di generazioni lontane che potrà conquistare qualche premio di rilievo.
MCav