«La Merkel è l’erede politica di Hitler»

Berlino. Hugo Chavez rischia di provocare una crisi diplomatica con la Germania alla vigilia del vertice Ue-America latina, in programma giovedì a Lima. Il presidente venezuelano ha dichiarato nel suo settimanale intervento in tv che il cancelliere tedesco, Angela Merkel, è a capo di un partito di destra, «la stessa destra che in passato ha sostenuto Hitler e il fascismo». Parole che hanno avvelenato la partenza della Merkel per un tour di sei giorni in America latina. Lo stesso Chavez ha detto che non sa se andrà al summit in Perù in quanto la Merkel potrebbe rispondere a una sua osservazione dicendogli «perché non stai zitto?», come fece il re di Spagna Juan Carlos al vertice dello scorso anno. Chavez ha accusato il cancelliere tedesco per l’appello rivolto ai partner latino-americani affinchè «prendano le distanze» da lui. «Signora cancelliera, lei potrebbe...», ha sibilato il presidente venezuelano, che si è subito interrotto: «Poichè lei è una signora, non terminerò questa frase». Da Berlino il cancelliere non ha reagito alla provocazione, limitandosi a far dichiarare dal portavoce governativo Thomas Steg, che è lieta di partecipare al vertice latino-americano.