Merlo in allarme: «Senza Terzo valico è serie B»

È morto ieri pomeriggio senza che ci si potesse rendere conto di quello che stava accadendo. Un bambino di due anni è rimasto soffocato da un rigurgito di cibo con la madre e la nonna in casa inermi davanti a quello che è capitato al piccolo. Neanche la possibilità di una corsa sofferta verso l’ospedale, anche l’allarme è stato ormai inutile quando già non c’era più nulla da fare. È successo tutto in una abitazione di un palazzo in via Casaccia nel quartiere di Oregina dove il bambino è morto nel sonno soffocato.
Sul posto, in via Casaccia, sono intervenuti la polizia e il medico legale. La salma del piccolo è stata poi trasferita all’istituto di Medicina legale dell’ospedale San Martino dove sarà sottoposta ad autopsia. In casa, al momento del sopralluogo della polizia, avvenuto alle 17,40, erano presenti la mamma e la nonna della vittima. La morte sarebbe avvenuta per cause accidentali.