Merola, la Parentopoli e la poltrona al cognato

Sei il futuro cognato di un assessore? A Bologna c’è una poltrona per te. E dire che in tempi di nomine nelle partecipate del Comune il sindaco Pd Virginio Merola aveva convocato un comitato di «saggi» per selezionare i curricula. Peccato che poi i posti siano stati assegnati sulla base delle solite logiche... Così sarebbe andata per il componente del cda dell’Istituzione per l’Inclusione sociale, con la nomina del fidanzato della figlia di Amelia Frascaroli, assessore al Welfare. «A parte la parentela - chiede il capogruppo Pdl Marco Lisei - che competenze ha il prescelto?». E nonostante la difesa della «suocera» «i legami non possono essere penalizzanti» alla fine la nomina è saltata, con un Merola che ha preso le distanza dal caso con un vago «non lo sapevo». AZ