Da Mesagne a Savelletri l'anima di Puglia nelle masserie d'autore

Elegantemente essenziali o charmant, con servizi da hotel o solo b&b. Queste strutture si declinano in diverse soluzioni per tutti

Elena Pizzetti

All'origine erano masserie. Alcune sono rimaste fedeli a se stesse, altre sono divenute lo spunto per creare strutture più simili a hotel, ma che conservano la vocazione all'autenticità, magari a tavola o nelle esperienze proposte. Sta di fatto che il soggiorno in masseria non conosce stagionalità e ha un fascino unico, perché uniche sono le emozioni che la campagna pugliese trasmette con le sue distese infinite di ulivi e i prodotti della sua terra.

Era una masseria del 1.700 e oggi è un hotel immerso in una grande tenuta con una spiccata vocazione green. Tenuta Moreno è una struttura di 86 camere che ha fatto dell'ecosostenibilità la sua bandiera con un orto biologico dove vengono organizzate degustazioni; il ficheto dove si cena d'estate e l'aranceto che ospita le cene di gala, il pollaio e le arnie, gli ulivi e le biciclette. Otto chilometri dal centro storico di Mesagne (BR) pedalando tra gli ulivi, e 18 dall'oasi WWF di Torre Guaceto. Relax a bordo di una piscina che sembra un lago e nella spa, dove tra i trattamenti Signature si consiglia Apuleia Journey: un rituale che prevede un pediluvio alle erbe aromatiche coltivate nella tenuta, un'esfoliazione che ai sali marini aggiunge il rosmarino, un massaggio all'olio di oliva e una maschera viso al fico. Sempre al fico la millefoglie servita alla fine, capolavoro di leggerezza dello chef pasticcere Francesco Polignino. «Utilizziamo i nostri prodotti spiega - dalle mandorle ai fichi. Abbiamo 4 ettari seminati con grano Senatore Cappelli, panifichiamo internamente, addirittura affumichiamo noi il pesce, salmone compreso, con le spezie dell'orto». E così la tavola diventa un'esperienza di cultura oltre che di gusto (camera da 130 euro con colazione, www.tenutamoreno.it).

Spostandosi a Savelletri di Fasano, la Masseria Agriturismo Cimino è un «nido» charmant di 15 stanze, alcune addirittura affacciate sugli scavi archeologici di Egnazia. Curate nei minimi particolari da Pino Brescia, lo scenografo autore degli interni di Borgo Egnazia, le piccole camere accolgono con il biancore e la morbidezza di una nevicata. L'anima di Cimino è tutta femminile: Anna Maria Melpignano, sorella di Marisa Melpignano che con la Masseria San Domenico ha avviato l'incontro fortunato tra tradizione apulia e lusso, accoglie ogni ospite come in una residenza privata. «La masseria è vincolata, trovandosi in un'area archeologica, e anche la piscina è piccola, ma da qui si può raggiungere il mare a piedi». Femminile la tavola con la cucina della signora Grazia, sorella dell'altrettanto celebre Mimina che cucina al San Domenico Golf: un buffet regionale noto per la sua bontà che cambia ogni giorno nell'arco di due settimane (da 90 euro a persona con mezza pensione, www.masseriacimino.com). Femminile anche l'ispirazione della new entry del Gruppo San Domenico Hotels: la Masseria Le Carrube a 6 km da Ostuni. A condurla Valentina, la figlia di Annamaria, che ha voluto un ristorante vegetariano e vegano con piatti curati dallo storico chef di «casa» Melpignano Giuseppe Angelini che esalta con leggerezza il gusto dei prodotti locali e bio. Imbiancata a calce e circondata da carrubi, la masseria sorge su una collina verde non antropizzata che vede il mare. 19 stanze delle quali 17 suite che raccontano l'elegante semplicità delle cose antiche. «Abbiamo recuperato tutto ciò che siamo riusciti», racconta Marisa Melpignano che si è dedicata personalmente alla ristrutturazione della masseria. Due piscine riscaldate e il biancore di Ostuni in lontananza. Magica (camera da 140 euro con colazione, www.masserialecarrubeostuni.it).

Ci sono poi masserie non dotate di ristorante, ma di appartamenti con cucina per garantire la massima libertà. Ha un'anima nobiliare la Masseria San Nicola nella campagna di Savelletri di Fasano. Costruita dal principe di Carbonelli nel 1.600 e dal 1.800 della famiglia Camicia, ha un' elegante casa padronale con piscina e giardino cinto di mura profumato di agrumi, aromi e rose. Nelle dépendance attigue si può scegliere tra casa Fico d'India, Bouganville, Oleandro e Gelso, tutte dotate di cucina, con a disposizione una piscina e le torte freschissime preparate dalla custode per la prima colazione (da 120 euro a notte per due persone, www.masseriasannicolasavelletri.com).