Una mescola dove il petrolio è ridotto ai minimi termini

Yokohama è per tradizione un’azienda fortemente orientata al rispetto dell’ambiente, una vocazione che si traduce in una ricerca tecnologica impegnata a trovare soluzioni in grado di fornire pneumatici ad alte prestazioni e sicuri, ma al tempo stesso migliori dal punto di vista ambientale.
Nasce da questa ricerca la tecnologia Super Nanopower che ha portato alla creazione della mescola «Super Nanopower Rubber» che, grazie all’aggiunta di succo di agrumi alla normale mescola fatta di nero-fumo, silice e petrolio, permette di ridurre drasticamente le componenti più dannose per l’ambiente che ci circonda.
Nella nuova mescola Super Nanopower l’utilizzo del petrolio e dei suoi derivati è addirittura ridotto dell’80 % (rispetto al peso dello pneumatico): un risultato importante in termini di eco-sostenibilità per un prodotto che, proprio come lo pneumatico, è costituito da materiali purtroppo inquinanti.
Il primo modello a impiegare la nuova mescola si chiama Yokohama Dna Decibel Super E-Spec, un prodotto attualmente disponibile solo in Giappone. La mescola conferisce allo pneumatico un’alta resistenza e un’elevata impermeabilità; fuoriuscite e perdite d’aria, inoltre, sono ridotte al minimo per garantire la pressione ottimale costante, un fattore che riduce i consumi di carburante. Mantenere pressioni di gonfiaggio corrette assicura un utilizzo più regolare dello pneumatico e ne allunga la durata, oltre, ovviamente, a rendere la marcia più sicura.
Con la nuova mescola si possono infine realizzare pneumatici più leggeri di quelli tradizionali e di conseguenza meno resistenti al rotolamento (meno 18% per il Dna Decibel Super E-Spec), una caratteristica che si traduce in un minore consumo di carburante. Il nuovo pneumatico by Yokohama, insomma, oltre a essere costruito con componenti «verdi» come gli estratti di agrumi, è rispettoso dell’ambiente garantendo prestazioni di utilizzo più allineate con la salvaguardia del nostro habitat.
La tecnologia Super Nanopower è comunque soltanto il più recente risultato della ricerca portata avanti da di Yokohama Rubber nella direzione di creare pneumatici sempre più evoluti nelle prestazioni, ma contemporaneamente meno inquinanti nell’intero ciclo della loro vita, un’attività che fa parte della più vasta missione ecologica che vede protagonista il colosso giapponese.