Fra un mese e mezzo i liguri tornano a votare

Andranno alle urne anche i cittadini di undici Comuni del Basso Piemonte

Non si è ancora spenta (tutt’altro...) l’eco delle elezioni e delle relative polemiche per il rinnovo del parlamento, e già, in molte parti d’Italia, si pensa al ritorno alle urne per la scadenza elettorale amministrativa del 28 e 29 maggio prossimi.
Saranno una ventina di milioni in tutto il Paese, circa trecentomila in Liguria, i cittadini che si recheranno ai seggi un mese e mezzo dopo le politiche e, presumibilmente, un mese prima dell'elezione del nuovo capo dello Stato che succederà a Carlo Azeglio Ciampi, giunto al termine del suo mandato settennale e, comunque, papabile per una riconferma.
Le amministrative, insomma, sono per così dire schiacciate fra due scadenze fondamentali per la vita democratica del Paese, ma non per questo sembrano destinate a perdere d'importanza, visto che riguardano praticamente tutto il territorio nazionale - compresi Liguria e Basso Piemonte, che sono anche le aree di diffusione dell'edizione genovese del nostro Giornale -, ma soprattutto sono destinate a rinfocolare tensioni e rivincite far i due schieramenti di centrodestra e centrosinistra.
In particolare, per quanto riguarda il rinnovo dei consigli provinciali, la Liguria sarà «in corsa» solo con Imperia, mentre molto numeroso è l'elenco dei Comuni del territorio chiamati al voto di primavera.
A partire dalla provincia di Genova, dove si voterà, col sistema maggioritario, a Bogliasco, Cogoleto, Orero, Propata, Valbrevenna e Zoagli (in quest'ultimo caso, il voto è anticipato rispetto alla normale scadenza).
In provincia di Imperia, si andrà alle urne, sempre col sistema maggioritario, per rinnovare i consigli comunali di Armo, Aurigo, Borghetto d'Arroscia, Borgomaro, Caravonica, Castel Vittorio, Chiusanico, Chiusavecchia, Cipressa, Civezza, Costarainera, Diano Arentino, Diano Castello, Diano Marina, Lucinasco, Pompeiana, Prelà, Rezzo, Seborga, Terzorio, Vallecrosia (voto anticipato) e Villa Faraldi.
Nel territorio della provincia di La Spezia, saranno chiamati alle urne - anche in questo caso col sistema maggioritario - gli elettori di Borghetto di Vara, Brugnato e Santo Stefano Magra (anticipatamente rispetto alla naturale scadenza del ciclo amministrativo).
Infine, a Savona, il voto - col sistema maggioritario - è in programma nei seggi di Alassio, Balestrino, Borgio Verezzi, Castelbianco, Cisano sul Neva, Loano, Stella, Stellanello, Testico e Tovo San Giacomo. Nel capoluogo, invece, si voterà anticipatamente e col sistema proporzionale.
In provincia di Alessandria, infine, elettori alle urne, col sistema maggioritario, a Arquata Scrivia (Novese), Castelnuovo Bormida (Acquese), Castelnuovo Scrivia (Tortonese), Gavi (Novese), Isola Sant'Antonio (Tortonese), Merana (Acquese), Monleale (Tortonese), Morbello (Acquese), Pontecurone (Tortonese), Ponti e Terzo (entrambi nell'Acquese).