Dopo un mese ecco Palladino A Brescia forse in panchina

Metti un Palladino nel motore. A distanza di un mese dall'ennesimo infortunio (lesione muscolare alla coscia sinistra), don Raffaè è tornato in gruppo, disputando le partitelle con i compagni. A Brescia potrebbe andare in panchina.
Ma il giorno dopo la sofferta qualificazione in coppa Italia tengono ancora banco le parole di Enrico Preziosi contro quei giocatori «che non hanno ancora capito cosa significa giocare nel Genoa».
Il patron si riferiva a Kharja e Veloso: il primo assente contro il Vicenza per il riacutizzarsi del dolore alla caviglia, il secondo ancora alla ricerca della forma migliore. «O si svegliano, o a gennaio cambiano aria», Preziosi dixit. E infatti il Genoa sta pensando a Mcdonald Mariga, il centrocampista dell'Inter - classe 1987 - che garantirebbe corsa e muscoli a un reparto che ne è sprovvisto. Altro nome caldo per il centrocampo è quello di Jasmin Kurtic, ventunenne sloveno del Nova Gorica.
Intanto, però, c'è da pensare alla trasferta di Brescia dove i due calciatori messi nel mirino dal presidente rischiano di dare forfeit per problemi fisici. Veloso più di Kharja. Il nazionale marocchino ieri ha lavorato a parte. Tornerà in gruppo oggi. Sul suo recupero c'è un cauto ottimismo. Desta qualche apprensione in più Veloso che mercoledì sera è uscito per una botta alla caviglia. A due giorni dalla partita contro le Rondinelle il centrocampo è tutto da inventare. Brescia - Genoa sarà diretta da Banti, che torna ad arbitrare i rossoblù un mese dopo la gara con l'Inter. Intanto il Casms ha stabilito il divieto di vendita dei biglietti di Lecce - Genoa ai residenti in Liguria, sprovvisti di tessera del tifoso.
Nulla da fare per la Primavera sconfitta 1-0 dall'Inter nella gara di ritorno degli ottavi della Coppa Italia.