In un mese i lombardi hanno giocato 1,1 miliardi

Record di giocate in Lombardia. Bingo, lotto, lotterie, ippica, Qui si tenta la fortuna più che nel resto d’Italia, anche se costa. Quasi il 20 per cento della raccolta giochi del mese scorso (il 18,8 per l’esattezza) è finito infatti in Lombardia. Un ottimo giro d’affari per il settore se si pensa che (i dati sono di AgiPro) la regione ha incassato in trenta giorni circa 1,1 miliardi. Il totale, come hanno riferito i Monopoli di Stato, ammontava a 5,9 miliardi e l’inizio dell’anno ha registrato un trend positivo nel Paese rispetto al gennaio 2010. Il primo mese si era chiuso con 5,2 miliardi di giocate. Dopo la Lombardia, è il Lazio a condurre la classifica con circa 667 milioni di euro (l’11,3 per cento del totale), terzo posto per la Campania con 648 milioni (l’11%).
A portare in alto il business dei giochi in Lombardia sono soprattutto gli apparecchi elettronici, solo il mese scorso hanno «girato» per slot machine e altri impianti a gettone e monetine circa 690 milioni di euro. Seguono le lotterie (143 milioni) e trovano appeal anche i giochi sportivi (60 milioni).
Vista la passione dei milanesi, sembra a questo punto più che guadagnato il simbolo della città su un altro gioco, questa volta in scatola. Soldi finti ma «adrenalina» vera per gli amanti del Monopoly, che nella versione Italia appena sfornata mostra sul tabellone i simboli del made in Italy come la Fiat 500 e la Vespa, e nella caselle dedicate alle città (che soppiantano vie e vicoli) ha trovato un posto anche Milano.