Un mese di tempo per decorare 8mila metri quadri

Un mese per decorare 8mila metri quadrati di spazio nella zona della Bovisa. Un grande progetto voluto dall’amministrazione comunale in collaborazione con la Fondazione Triennale, per inaugurare il nuovo polo di arte contemporanea e dare un ulteriore slancio alla riqualificazione dell’intero quartiere periferico a nord della città. Trentamila bombolette messe a disposizione dei writers dal Comune, per una spesa complessiva di 18mila euro.
Il progetto si articolerà in tre fasi: la prima, quella che ha preso il via ieri e si concluderà oggi, interessa il sottopasso di Villapizzone, 2.500 metri quadri a ridosso del nuovo polo espositivo della Triennale. Successivamente, 5 grandi «murate» verranno realizzate lungo la linea ferroviaria che unisce Cadorna al quartiere Bovisa: i graffiti occuperanno 4.500 metri quadrati di parete e i writer lavoreranno di notte, quando i treni saranno fermi. Infine saranno realizzati a inizio novembre altri mille metri quadri di fronte al nuovo campus del Politecnico. Le superfici da decorare sono state prima dipinte con una vernice rossa (il «rosso della Triennale Bovisa») che farà da collegamento fra i vari luoghi e separerà le parti decorate dai writer da altri graffiti. Agli artisti è stato lasciato campo libero: unico limite, quello del buon gusto. Un’iniziativa che ha riscosso subito una vasto consenso tra gli artisti, milanesi e non.