Messa per aiutare l’autista licenziata

Spente le polemiche sull’Amt, a proposito della vicenda dell’autista Federica Moro che perse il controllo del suo mezzo, c’è chi decide di guardare al futuro in maniera diversa: facendo dire una messa per la donna, per aiutarla a guarire. Il motivo di questo interessamento? Chi ha voluto far dire la messa è il signor Federico Mercadante, cieco e grande «cliente» dell’Amt. «Sono uno che usa tanto i mezzi - ha affermato - e quando ho sentito quello che è successo ne ho parlato con un amico che conosce la Moro. mi ha detto che lei voleva guarire, che ha bisogno d’aiuto, per questo farò dire una messa, perchè il Signore l’aiuti». Detto e fatto: il 3 luglio nella chiesa della Consolazione, in via XX Settembre, il buon Dio si è sentito tirare per la manica perchè facesse qualcosa per l’autista.
La donna infatti, la sera del 3 maggio, sulle alture del Righi aveva messo a repentaglio la vita di una trentina di persone che erano sul mezzo in quel momento, e dagli accertamenti, scattati immediatamente, è risultato che la Moro era sotto effetto di farmaci, e che solo quel giorno era tornata al lavoro dopo un periodo di malattia. Chiamati in causa i vertici dell’azienda dei trasporti pubblici, ben tre dirigenti sono stati licenziati, oltre all’autista.