Messe, sbandieratori e teatro in piazza, così Ostia celebra il patrono

Dureranno fino a domani i festeggiamenti per celebrare il patrono di Ostia Sant’Agostino. La tre giorni di appuntamenti religiosi, sbandieratori e corteo storico sul lungomare e di musica e teatro in piazza è infatti iniziata ieri. «Due anni fa - ha ricordato l’assessore ai Lavori pubblici in XIII municipio Paolo Solvi - la Santa Sede, raccogliendo la richiesta di migliaia di cittadini che avevano sostenuto l’iniziativa del comitato promotore, ha proclamato Sant’Agostino patrono della città di Ostia. Un avvenimento significativo per l’intera comunità, credente o meno, che riallaccia i fili della storia del territorio valorizzando eventi storici e situazioni di cui il nostro territorio è stato testimone privilegiato». Per il consigliere Antonio Caliendo, presidente della commissione Politiche giovanili: «La recente tradizione della festa patronale rappresenta un’occasione per la crescita spirituale, civile e culturale della città». Gli appuntamenti religiosi sono concentrati nella giornata di oggi dove, presso la parrocchia di Santa Monica, verrà celebrata la prima messa solenne in onore di Sant’Agostino mentre alle 18 ci sarà quella nella Cattedrale di Sant’Aurea a Ostia Antica. Domani, invece, rappresentazione teatrale della vita di Sant’Agostino a cui parteciperanno anche Marco Conidi e Gian Marco Tognazzi.