Il Messico protesta scrivendo a Bush

Città del Messico. «I muri non sono di nessun aiuto nella soluzione del problema dell'immigrazione»: così i ministri degli Esteri di Messico, Guatemala, Honduras, Nicaragua e Costa Rica hanno condannato il progetto degli Stati Uniti di erigere quella che a Washington chiamano una «barriera» lungo alcuni tratti del confine meridionale del Paese.
Dopo un incontro con il presidente Vicente Fox, il ministro degli Esteri messicano Luís Ernesto Derbez ha detto che il Messico esprimerà la sua «preoccupazione» per l'inasprimento delle misure e dei controlli alla frontiera con gli Stati Uniti in una nota di protesta che sarà inviata a Washington.