Messina, auto finisce nel fiume: perdono la vita madre e due figli

Una donna stava tornando a casa con i figli quando l'auto è precipitata nel torrente Mazzarà. La strada era franata per il maltempo l'11 dicembre. La via era chiusa, ma le transenne sono sparite

Messina - Una donna e i suoi due figli sono morti, ieri sera, intrappolati nell’auto sulla quale viaggiavano, precipitata nel torrente Mazzarrà, in contrada Cannotta, nel comune di Terme Vigliatore. Le vittime sono Anna Maria Coppolino, 47 anni, Antonella Trifiletti di 14 anni e Rosario di 18. I tre erano originari di Rodì Milici. A bordo di una Fiat Palio stavano facendo ritorno a casa quando sono finiti nel torrente in un tratto di strada che era ceduto nelle scorse settimane per il maltempo. Secondo i primi accertamenti, la strada era chiusa al traffico e il divieto di transito era segnalato da transenne che, ieri sera sarebbero state spostate da alcuni automobilisti. L’incidente ricorda un’altra tragedia avvenuta la notte dell’1 marzo del 1993 a pochi chilometri di distanza, sempre a Terme Vigliatore. In quella occasione quattro persone persero la vita precipitando dal ponte Cicero parzialmente crollato per il maltempo.

Inchiesta Il sostituto procuratore di Barcellona Pozzo di Gotto, Domenico Musto, ha aperto un fascicolo di atti relativi per l’incidente. Il magistrato ha ordinato il sequestro dell’auto e ha fatto eseguire fotografie della zona dove è avvenuto l’incidente. Il pm intende accertare se il cedimento della strada era stato ben segnalato e se il traffico era stato interdetto.