Messina, disabile aggredito da 8 minorenni

Si sono giustificati con i carabinieri spiegando che gli atti di bullismo erano un "atto di coraggio" e avevano fatto una scommessa da 2 euro a testa. Otto 15enni sono stati denunciati per lesioni e personali e danneggiamento aggravato ai danni di un 46enne di Patti

Messina - Avevano scommesso due euro a testa su chi avrebbe avuto il coraggio di dare fastidio a un disabile di 46 anni del paese. E' succeso a Patti, piccolo centro in provincia di Messina. Ma il gioco è finito male per gli otto minori protagonisti della vicenda che hanno aggredito e offeso la vittima e sono stati denunciati per danneggiamento aggravato, ingiuria e lesioni personali. A rivolgersi ai carabinieri è stato un parente del disabile.

L'aggressione Così i militari hanno scoperto che, prima di Natale, la banda ha costretto a uscire di casa la vittima rompendo un vetro della sua abitazione, poi ha cosparso l’uomo di schiuma da barba. Più pesante la seconda aggressione: i ragazzini, tutti quindicenni, hanno tirato addosso all’uomo una bottiglia e l’hanno ferito alla testa. I minorenni, tutti figli di professionisti e impiegati del paese, interrogati dai carabinieri, hanno ammesso gli episodi di bullisimo e hanno raccontato di avere voluto fare una prova di coraggio. Con tanto di premio in soldi per chi avrebbe vinto.