Il Messina fatto viola Ora Giordano rischia

Firenze. Da una parte un Mutu inarrestabile, dall'altra un Messina smarrito. Così al Franchi l'anno finisce con una scorpacciata viola. Quattro reti ed avrebbero potuto essere di più se la formazione di Prandelli non si fosse limitata a gestire i secondi 45 minuti. Allungata, dunque, la striscia positiva del tecnico di Orzinuovi, arrivata a quota otto. Sono infatti bastati 20 minuti per mettere al sicuro il risultato, con Toni e Potenza davanti ad un Messina stralunato e nel quale Giordano comincia seriamente a rischiare. Un Messina anche penalizzato dall'espulsione, sullo 0-2 del suo uomo migliore, Zoro. Giusta la seconda ammonizione, inesistente la prima visto che il giocatore della Costa d'Avorio era stato colpito da Mutu e non aveva reagito. Ma l'arbitro Bergonzi ha sbagliato molto.