Al Messina la sagra dell’errore

Messina. La partita col Chievo sembrava prendere un brutta piega per il Messina ma alla fine è prevalsa la tenacia dei suoi uomini che sono riusciti a conquistare i tre punti con Floccari nel corso del terzo dei cinque minuti finali di recupero. Il giocatore, che un attimo prima aveva sprecato un gol che appariva già fatto, lasciato colpevolmente solo davanti a Sicignano, non ha avuto difficoltà a mettere in rete il pallone servitogli su un piatto d'argento da Riganò. Il Chievo passato in vantaggio al 32' con Tiribocchi, e raggiunto al 46' (ancora in recupero) dalla rete di Riganò che ha sfruttato al meglio un pallone «sfuggito» ai difensori veronesi, ha controllato la partita per un'ora. Nella ripresa il gioco è stato anche vivace e piacevole e si è concluso con la rete della vittoria messinese, arrivata quando forse la difesa veneta credeva che la gara fosse già finita. Comunque la partita è stata di sicuro condizionata da alcuni svarioni difensivi di entrambe le squadre. Del Neri, che da poco ha ripreso a guidare il Chievo, ha detto che la squadra presto tornerà ad essere quella che i tifosi conoscono e ricordano. Giordano, da parte sua, ovviamente ringrazia.