A Messina tifosi in rivolta Così l’Empoli fa il pieno

Giuseppe Messina

da Messina

Triste commiato del Messina che ha giocato contro due avversari: l’Empoli e il fantasma del pubblico che tuttavia con le intemperanze di protesta per la retrocessione in B ha costretto l'arbitro a sospendere la partita due volte per pochi minuti e una terza volta, all'89', definitivamente per un massiccio lancio di pomodori e oggetti. Ormai rassegnati e senza alcuna motivazione, i giallorossi hanno commesso un incredibile campionario di errori madornali. L'Empoli ha controllato agevolmente il gioco segnando due volte con Pozzi, al 2' su un errore difensivo (incauto retropassaggio di Zanchi al portiere) Storari che ha dato all'attaccante di mettere fuori causa il portiere) e al 25' della ripresa su azione personale. Inutile il gol di Nocerino nel tumultuoso finale. Per il Messina oltre alla retrocessione anche le conseguenze disciplinari, probabile 0-3 e squalifica.