Messo in aspettativa perché troppo grasso

Un conducente di autobus della Trieste Trasporti, Alec G., di 30 anni, è stato messo in aspettativa a metà stipendio dall’azienda perché troppo grasso. I suoi 155 kg, per un’altezza di 186 centimetri, non sarebbero compatibili con i sedili del guidatore, omologati per sorreggere al massimo 130 kg. Ora la Trieste Trasporti vuole che il dipendente dimagrisca, prima di rimetterlo alla guida di autobus. La Trieste Trasporti ha anche proposto di pagargli un dietologo, ma l’uomo si lamenta: «È il lavoro che è troppo sedentario».