Per Mestrallet stop argentino

Il governo argentino ha rescisso il contratto di concessione di distribuzione di acqua potabile e trattamento delle acque della città di Buenes Aires attribuito nel 1993 ad Aguas Argentinas, società del gruppo Suez. La decisione pone fine a una vicenda che da tre anni rende difficili i rapporti tra Argentina e Francia. Il governo ha giustificato la rescissione affermando che Aguas Argentinas non ha rispettato i termini del contratto, quanto a investimenti e qualità dell’acqua. Il gruppo guidato da Gérard Mestrallet aveva deciso in settembre di ritirarsi dall’Argentina, dopo l’insuccesso delle trattative per un aumento delle tariffe a compenso della svalutazione del peso del 2002. Nei giorni scorsi si era profilata una via d’uscita meno traumatica, con il ventilato acquisto da parte di un consorzio argentino delle azioni in mano a Suez, valutate attorno ai 300 milioni di dollari.