La metà dei francesi favorevole all'eutanasia

In dieci mesi un balzo in avanti del 13 punti percentuali. Lo rivela un sondaggio

Un francese su due favorevole all'eutanasia attiva, mentre il 45% la considera una soluzione accettabile solo in alcuni casi. Sono i dati di un sondaggio realizzato Oltralpe dall'istituto Ifop per il quotidiano «Sud Ouest», per valutare l'orientamento dell'opinione pubblica, «agitata» dal dibattito sul tema riaperto dal caso di un medico dell'ospedale di Bayonne, Nicolas Bonnemaison, sotto accusa per aver praticato illegalmente l'eutanasia su almeno cinque pazienti anziani.
La vicenda, ancora non del tutto chiara, ha fatto molto discutere e in poco tempo - Bonnemaison è sotto accusa dal 12 agosto - è nato un vasto gruppo di sostegno al medico su Internet. I dati del sondaggio mostrano che la maggioranza dei francesi considera positivamente una legge a favore dell'eutanasia attiva, con un balzo in avanti rispetto al 2010 quando solo il 36% era assolutamente favorevole alla dolce morte (contro il 49% di oggi): un aumento di 13 punti percentuali in 10 mesi. Più favorevoli le persone tra i 50 e i 64 anni (56%), mentre hanno maggiori riserve gli under 35 (41%).