Metecno Ok dalle banche a ristrutturare il debito

È stata siglata la convenzione bancaria che ristruttura il debito di Metecno, società attiva nella produzione di pannelli per l’edilizia industriale, con sede a Cortiglione (Asti),controllata al 100% dalla famiglia indiana Chandaria. Lo rivela una fonte vicina alla vicenda, sottolineando la natura innovativa della procedura adottata, ovvero il ricorso all’articolo 67 della nuova legge fallimentare. L’operazione, spiega la fonte, «consiste nella cessione a un veicolo, sempre di proprietà dei Chandaria, delle partecipazioni estere, con iniezione nella società italiana di circa 80 milioni di nuova finanza da parte della proprietà indiana», destinati per circa metà a riattivare il ciclo produttivo, sistemando le pendenze con i fornitori, e per il resto al ridimensionamento del debito bancario, sceso a circa 50 milioni da 90. L’accordo prevede, aggiunge la fonte, «una convenzione bancaria che allunga a undici anni il debito e modifica le condizioni sottostanti».