Meteo «Da novembre 60 centimetri di fiocchi Tra domenica e lunedì un’altra imbiancata»

Un inverno record. Da tempo, tanto tempo, Milano non ricorda nevicate così frequenti. Né così abbondanti. Insomma, se i milanesi fossero gestori di impianti sciistici in montagna, sarebbero al settimo cielo per la gioia. In città è un po’ diverso: più neve cade, più disagi e intoppi ci sono. Dopo la nevicata, arrivata in anticipo, del 28 novembre 2008, Milano ha cominciato il 2009 con quei 30-40 centimetri che hanno paralizzato la città nei giorni della ripresa dopo le vacanze di fine anno, il 7 e 8 gennaio. In tutto, tra le nevicate del 2008 e quelle di inizio anno, sono caduti circa 60 centimetri.
E non è finita qui. Dal centro meteorologico Epson, prevedono una quarta nevicata tra domenica e lunedì prossimo, giusto per iniziare al ralenty anche la prossima settimana. «Febbraio - anticipa Paolo Corazzon - riserva ancora qualche sorpresa e ci si deve aspettare ancora un po’ di neve. Questo, non c’è che dire, è stato un bell’inverno. Un inverno, finalmente tornato inverno». «Bell’inverno» lo chiamano gli esperti del meteo. Sul concetto di bello i milanesi e i pendolari forse hanno una posizione diversa.
La notizia che forse farà piacere a molti è che per qualche giorno non ci sarà nessun rischio neve. «Il peggio per questa settimana è passato, non si attendono altre nevicate nell’immediato - assicura Corazzon - ma sarà brutto tempo per tutta la settimana. Fino a venerdì dobbiamo aspettarci pioggia e cielo coperto». Domenica è scesa dal cielo per tutto il giorno una pioggia mista a neve che fino alla sera non aveva lasciato tracce: ma ieri mattina, ancora una volta, la città si è svegliata ricoperta di bianco. Il problema, stavolta, non è stato il ghiaccio, ma le pozzanghere e la poltiglia che si è formata a terra. La pioggia ha sciolto la neve sui marciapiedi ma ha formato un pantano comunque pericoloso per i pedoni.