In metrò tra Cinque Terre e Lunigiana

da Sarzana

No allo smantellamento della vecchia linea ferroviaria che collegava Santo Stefano Magra ad Aulla: sì al suo recupero e allo sviluppo di un collegamento attarverso Fuv, ferrovia urbana e veloce, che unisca la zona dalle Cinque Terre fino alla Lunigiana e alla Garfagnana in Toscana, attraverso i parchi che dalla fascia costiera arrivano all'entroterra.
È questa l'ipotesi caldeggiata dalla comunità montana della Lunigiana, che domani sarà al centro di un incontro in programma a Sarzana, presenti le Regioni Liguria e Toscana, le Province della Spezia, Massa, Parma e Lucca e numerosi comuni e parchi interessati.
È allo studio un progetto di Fuv che colleghi Cinque Terre, Val di Magra e area vasta della Toscana. L'ipotesi è quella di allacciare a questa forma di metropolitana moderna anche l'area Lunigiana-Garfagnana.
L'assessore provinciale Maurizio Giacomelli plaude. «Ci sono - dice - forti legami storici, economici, turistici, confermati dalla contiguità e dagli interscambi fra le tre regioni ligure, toscana, emiliana».
Il sindaco di Sarzana, Massimo Caleo, si è detto ben contento di ospitare il vertice e di rendersi promotore del progetto, «essendo stata Sarzana in prima fila nella proposta di un servizio di metropolitana leggera fra fascia a mare ed entroterra, ricco di attrattive».
Qualora il progetto diventasse una realtà operativa, si aprirebbero anche nuovi sbocchi tra Liguria e Toscana. I primi sarebbero senza dubbio di tipo turistico in quanto entrambe le aree interessate, le Cinque Terre e la Lunigiana, sono prevalentemente turistiche e quindi avrebbero interessi in comune.