La metro C allunga di 9 chilometri da piazzale Clodio a Grottarossa

Il progetto dovrebbe essere realizzato entro giugno 2015 e prevede l’aggiunta di nove stazioni

La Metro C sarà prolungata di nove chilometri da piazzale Clodio, originario terminal, a Grottarossa. Lo ha annunciato ieri mattina il sindaco Veltroni precisando che il piano prevede nove stazioni, costerà complessivamente 1230 milioni di euro e dovrebbe (il condizionale è d’obbligo) essere realizzato entro giugno 2015.
Il progetto originario della linea C della metro, già in costruzione, parte da Roma Pantano e giunge fino a piazzale Clodio. Ora da piazzale Clodio si aggiungono queste nove stazioni a Vignola, Auditorium, Farnesina, Grottarossa, Vejo fino a via Cassia. Sul tratto saranno anche realizzati parcheggi di scambio a Grottarossa (700 posti), a Vejo (600) e a Villa San Pietro. Il costo della progettazione ammonta a 4,5 milioni di euro, cifra già approvata in bilancio e trasferita alla società Roma Metropolitana che ha cominciato il lavoro.
Il prolungamento della Linea C ha lo scopo di risolvere o almeno alleviare i problemi del traffico in entrata in città dal quadrante Nord, dove la Cassia è sempre congestionata sia all’interno che all’esterno del Grande Raccordo Anulare. Mentre il tratto San Giovanni-Pantano dovrà essere pronto per aprile 2011 e quello Pantano-Venezia per ottobre 2013, il tratto fino a piazzale Clodio e il prolungamento da qui a Grottarossa saranno completati entro giugno 2015. Veltroni non ha però escluso che i tempi di questo ultimo tratto possano essere accorciati, come è già accaduto per le previsioni di realizzazione di Pantano-San Giovanni, accorciatesi di due anni. «È una previsione massima», ha specificato il primo cittadino, precisando che per il prolungamento annunciato ieri non sarà necessaria una nuova gara in quanto esso fa parte di una estensione del progetto già avviato dal Contraente generale.
Per quanto riguarda l’aspetto finanziario, il sindaco ha sottolineato di aver ricevuto «risposte molto incoraggianti» dal Presidente del Consiglio, dai ministri di Infrastrutture e Economia, dai sottosegretari competenti e che al suo ritorno dal viaggio in Cina ci sarà un incontro per «chiudere l’accordo finanziario». È prevedibile che il Cipe approvi il finanziamento nel corso del 2008. Si tratta di un’opera vitale per la città - ha detto Veltroni - e creerà un effetto virtuoso: chi oggi arriva in auto dalla Cassia giungerà in metropolitana lasciando la vettura ai margini della città». La procedura prevede che RomaMetropolitane realizzerà un progetto preliminare e lo consegnerà al Contraente generale che elaborerà il progetto definitivo.
In dettaglio ecco il progetto. Il prolungamento Clodio-Grottarossa della Linea C della metropolitana di Roma sarà diviso in due tratti: T1, da Clodio/Mazzini a Farnesina, e C2, da Farnesina a Grottarossa. Il tracciato T1 sarà lungo 2.958 metri, sarà profondo fino a 35 metri, a galleria unica con doppio binario, ed avrà un parcheggio di scambio a Farnesina per circa 1.300 auto. Le stazioni saranno tre: Vignola, Auditorium, Farnesina (con parcheggio di scambio a raso e interrato per complessivi 1.300 posti auto circa). Il tracciato C2 sarà lungo 5900 metri, costruito con due gallerie a singolo binario, profondità fino a 36 metri e 3 parcheggi di scambio. Le stazioni saranno sei: Giuochi istmici, Giuochi delfici, Parco di Veio (con parcheggio di scambio di 600 posti auto), Villa San Pietro (parcheggio di scambio multipiano interrato per 600 posti auto), Tomba di Nerone, Grottarossa (con parcheggio di scambio multipiano interrato di 700 posti auto). Alla fine la Linea C avrà 39 stazioni lungo un percorso di 34 chilometri.