Metro C, in centro ormai è un’odissea

Tutto fermo. La tratta centrale della linea C della metropolitana è bloccata dalla scorsa primavera perché la Soprintendenza archeologica della capitale sta valutando l’enorme quantità di reperti emersi dagli scavi nelle stazioni «San Giovanni», «Colosseo», «Venezia», «Chiesa Nuova» e «San Pietro». Tanto che appare azzardato fare previsioni sull’apertura dei cantieri veri e propri o sull’inaugurazione della tratta, fissata per il 2015. E se si sta facendo di tutto per salvare «Venezia», fondamentale nodo di scambio con la futura Linea D, la stazione «Chiesa Nuova» potrebbe essere la seconda fermata (dopo «Argentina») a essere sacrificata sull’altare dell’archeologia. Ritardi anche nel resto della line rispetto al cronoprogramma.
A PAGINA 43